OLTRE LA PROTESTA, SERVE UNA PROPOSTA COMPLESSIVA DI TRASPORTO PUBBLICO

Ebbene ci risiamo, inizia il caldo, i treni cominciano a non funzionare e non sarei onesto se non sentissi una certa stanchezza: Dopo anni siamo ancora al punto di partenza. Impianti di condizionamento non funzionanti, cancellazioni, ritardi, rischi fisici per i viaggiatori (e non clienti, dato che stiamo parlando di servizio pubblico) materiale rotabile degli

SE QUESTO E’ UN TRENO

Porta Genova, stasera. La solita vergogna. Ma si può viaggiare in queste condizioni? Noi di ZYME dicevamo che, passata l’emergenza della rovente estate, tutto sarebbe rimasto esattamente come prima. Ricordate, la farsa di scrivere al prefetto per giustificarsi di un vuoto di idee e di iniziativa politica? Questa foto scattata stasera a Porta Genova è

DECADENZA

I pendolari non s’illudano.  – il quale, va dato atto, almeno si è mosso in questa direzione – certifica nella sostanza che il problema della ferrovia Milano-Mortara continua a rimanere il fanalino di coda in termine di interesse delle nostre Istituzioni sia locali, regionali e nazionali. Dibattito surreale, iniziato con un’ora di ritardo (ore 22)